Con DATA MANAGER M e il nuovo SUNNY PORTAL powered by ennexOS

Un sistema. Molte possibilità. Per esigenze individuali.

In combinazione con il Sunny Portal powered by ennexOS, Data Manager M consente il monitoraggio, l’invio di comandi e la regolazione della potenza in conformità ai requisiti di rete negli impianti fotovoltaici decentralizzati. Grazie alla flessibilità di espansione, Data Manager M è pronto già oggi per i modelli di business del mercato energetico del futuro. Nella variante Lite, più conveniente, per impianti di minori dimensioni con un massimo di cinque dispositivi e 30 kVA o come soluzione ampliata per un massimo di 50 dispositivi e 2,5 MVA – Data Manager è l’interfaccia professionale di sistema per aziende elettriche, per chi commercializza direttamente l’energia, per i tecnici di manutenzione e per i gestori degli impianti.

Interfacce utenti perfettamente integrate con il sistema e funzioni di assistenza intuitive semplificano l’invio di comandi, la parametrizzazione e la messa in servizio. Entrambe le varianti sono espandibili modularmente con numerosi ulteriori funzioni e interfacce.

Tutti i vantaggi in sintesi

Semplice e veloce

  • Facilità di integrazione di dispositivi
  • Messa in servizio centralizzata di tutti i componenti integrati


All’avanguardia e flessibile

  • Possibilità di espansione modulare flessibile in qualsiasi momento
  • Accesso al mercato energetico del futuro grazie a ennexOS


Funzionale

  • Rispetto dei requisiti internazionali per l’integrazione nelle reti elettriche
  • Possibilità di combinare sistemi di accumulo, generatori di energia e mobilità elettrica


Affidabile e pratico

  • Possibilità di monitoraggio e parametrizzazione in remoto
  • Analisi dettagliata, messaggi di errore e report tramite Sunny Portal

Monitoraggio e controllo professionale per sistemi energetici decentralizzati dell’ordine dei megawatt.

Data Manager M è la soluzione per il monitoraggio e il controllo di grandi impianti decentralizzati fino a 2,5 MVA con un massimo di 50 dispositivi. Grazie alle interfacce RS485 ed Ethernet e ai sistemi di ingresso e uscita analogici e digitali, gli utenti possono beneficiare di opzioni di collegamento particolarmente versatili. Data Manager M è perfetto come interfaccia professionale per aziende elettriche, per chi commercializza direttamente l’energia, per i tecnici di manutenzione e per i gestori degli impianti.

I vantaggi in breve

  • Possibilità di gestione centralizzata per grandi impianti decentralizzati grazie a dati satellitari, soluzione cluster con più Data Manager (applicazione master-slave)
  • La parametrizzazione in remoto consente di risparmiare tempo e di ridurre i costi

  • Possibilità di integrazione flessibile di sistemi di accumulo
  • Commercializzazione diretta con SMA SPOT
  • Monitoraggio automatico dei componenti FV tramite SMA Smart Connected

Novità: Il Data Manager M Lite adesso è disponibile per applicazioni fino a 30 kVA.

Monitoraggio e controllo “powered by ennexOS”


SMA ennexOS Data Manager Sunny Portal Bundle

Data Manager M e il nuovo Sunny Portal powered by ennexOS sono ottimizzati per funzionare insieme. Ciò agevola e semplifica monitoraggio, analisi e configurazione dei parametri, nonché la gestione degli impianti fotovoltaici consentendo di risparmiare tempo e denaro.

  • Interfaccia utente uniforme
  • Configurazione diretta dei parametri da remoto
  • Semplice visione complessiva dell’intero portfolio
  • Identificazione online e risoluzione degli errori in modo rapido e diretto
  • Facilità di strutturazione degli impianti fotovoltaici in base alle esigenze individuali

Portfolio complessivo, gruppi di impianti, impianti, parti dell’impianto o singoli dispositivi: a ogni livello le dashboard offrono importanti informazioni, strutturate in maniera chiara e adeguata a ciascun ruolo utente.

Le pagine standard per il monitoraggio, l’analisi e la configurazione dei parametri consentono di lavorare in modo efficiente risparmiando tempo nella gestione degli impianti.

È possibile trovare tutte le informazioni su monitoraggio e controllo nel nuovo Sunny Portal powered by ennexOS qui

Sistemi di I/O MOXA e Wago


I sistemi di I/O preconfigurati di MOXA e Wago disponibili presso SMA sono ottimizzati per la nuova piattaforma IoT di gestione energetica ennexOS e possono essere integrati in tutta facilità. Anche a fronte di mutate esigenze della clientela (ad es. in seguito ad adeguamenti normativi o legali) il sistema sarà sempre in grado di soddisfare i nuovi requisiti grazie alla sua elevata flessibilità.

Sistemi di I/O MOXA e Wago

Informazioni di base sui dispositivi e diagramma del sistema


Rappresentazione schematica del sistema - SMA Data Manager M

Semplicità di monitoraggio e controllo per applicazioni FV, sistemi di accumulo e mobilità elettrica.

Data Manager M Lite consente il monitoraggio, il controllo e la regolazione di massimo cinque dispositivi fino ad arrivare a 30 kVA. Soddisfa tutti gli attuali requisiti dei gestori di rete per la regolazione della potenza attiva e reattiva.

Sviluppiamo costantemente possibilità di espansione del software incentrate sulle esigenze dei clienti. Aggiornamenti firmware automatici consentono di mantenere il dispositivo sempre aggiornato in termini di sicurezza e funzionalità.

I vantaggi in breve

  • La parametrizzazione in remoto consente di risparmiare tempo e di ridurre i costi
  • Report di evento e report informativi per una rapida analisi di errori e guasti
  • Monitoraggio automatico dei componenti FV tramite SMA Smart Connected
  • Numerose opzioni di controllo e regolazione della potenza attiva e reattiva – ad esempio Zero-Feed-in o Q(U)

  • Compatibile con la app SMA 360° (per installatori) e la app Energy (per clienti finali)
  • Espansione per EEBUS, supporto per e-mobility (ad esempio con il sistema di ricarica connect per Audi e-tron)
  • Performance ratio dai dati del satellite per 24 mesi
La tecnologia di ricarica intelligente di SMA rende la mobilità elettrica vantaggiosa dal punto di vista sia ecologico sia economico

La tecnologia di ricarica intelligente di SMA rende la mobilità elettrica vantaggiosa dal punto di vista sia ecologico sia economico: Data Manager M Lite consente di programmare la ricarica del veicolo elettrico quando l’impianto FV produce sufficiente energia solare o quando l’energia della rete pubblica è particolarmente conveniente.

Combinato con una stazione di ricarica compatibile EEBUS, SMA Data Manager M Lite programma il processo di ricarica dei veicoli elettrici automaticamente e in linea con le esigenze dei suoi utenti. Grazie all’app Energy e a Sunny Portal per il monitoraggio dell’impianto, avrete sempre sotto controllo i costi dell’energia e potrete individuare ulteriori potenziali di risparmio.

Rappresentazione schematica del sistema

Rappresentazione schematica del sistema - Data Manager M Lite

Una panoramica delle funzioni del Data Manager M e del Sunny Portal è disponibile nella scheda tecnica così come nella panoramica ancora più dettagliata delle funzioni (sopra all'area DOWNLOAD).

Aggiornamento funzioni novembre 2021 per EDMM-10

Aggiornamento funzioni novembre 2021 per EDMM-10 (file in lingua inglese)



Aggiornamento funzioni giugno 2020
Per EDMM-10 e EDMM-US-10

Ampliamento delle funzionalità Modbus

  • Emissione di ulteriori valori della batteria tramite Modbus
    Ora tramite Modbus è possibile emettere i seguenti valori della batteria:
    • Stato di carica medio di più inverter per batteria in [%]
    • Potenza di carica attuale complessiva di tutti gli inverter per batteria in [W]
    • Potenza di scarica attuale complessiva di tutti gli inverter per batteria in [W]
    • Potenza di carica complessiva di tutti gli inverter per batteria in [Wh]
    • Potenza di scarica complessiva di tutti gli inverter per batteria in [Wh]
  • Integrazione di ulteriori profili Modbus
    All'elenco dei profili Modbus già integrati sono stati aggiunti i seguenti dispositivi:
    • iemens PAC 2200 (contatore Modbus/TCP con certificazione MID)
    In questo modo l'utente può integrare più agevolmente questo dispositivo nell'impianto fotovoltaico, poiché il profilo Modbus già memorizzato consente di rilevare in modo affidabile i valori di misurazione necessari.
  • Importazione ed esportazione di profili Modbus
    Grazie al supporto di Modbus è possibile collegare a SMA Data Manager M, con grande flessibilità, numerosi tipi di dispositivi, come inverter, contatori di energia o sensori. Con la versione firmware 1.8 ora è possibile esportare e importare i profili Modbus creati nel Data Manager M, riducendo i tempi della messa in servizio di dispositivi dello stesso tipo.

Implementazione di diversi profili di comunicazione

  • Per consentire un visione d'insieme ottimale dell'impianto i dati di SMA Data Manager M vengono trasmessi periodicamente a Sunny Portal. In caso di collegamento tramite rete di telefonia mobile, la mole di dati potrebbe essere superiore alla tariffa dati scelta.
    Per una maggiore flessibilità, in futuro sarà possibile scegliere fra tre diversi profili di comunicazione, attivabili su Sunny Portal.

Ampliamento dei servizi di gestione di rete

  • Emissione di cos φ tramite Modus
    Ora i valori relativi a cos φ possono essere emessi tramite Modbus. Ciò riguarda sia i valori predefiniti ricevuti sia il valore cos φ misurato sul punto di connessione. Per questo tipo di operazione è necessario un contatore sul punto di connessione.
  • Set point della potenza reattiva tramite ingressi digitali esterni
    Ora è possibile elaborare i set point della potenza reattiva anche tramite le uscite digitali, ad esempio tramite Wago 750 Bundle o Moxa ioLogic.

Aggiornamento funzioni febbraio 2020

Maggiore supporto per il collegamento di dispositivi

  • Attivazione di uscite digitali sulla base di valori limite
    Questa release consente di utilizzare i valori di potenza attiva e potenza reattiva per attivare le uscite digitali. Ad esempio, in caso di potenza attiva in eccesso è possibile inviare un segnale digitale a utilizzatori, come una pompa di calore o un elemento riscaldante, per attivarli. In questo modo si evitano perdite provocate da comandi di limitazione della potenza attiva e l'energia può essere utilizzata in maniera più efficace.
    Per l'attivazione delle uscite digitali possono essere utilizzati i seguenti valori o parametri:
    • allarme in caso di avvertenza o errore
    • allarme in caso di errore
    • potenza attiva dell'impianto
    • potenza reattiva dell'impianto
    • potenza attiva dell'impianto nel punto di connessione
    • potenza reattiva dell'impianto nel punto di connessione
    • valore nominale limitazione della potenza attiva
    • valore nominale set point della potenza reattiva
  • Ulteriori possibilità di collegamento di sensori
    Per agevolare il collegamento di sensori, ad esempio per stazioni meteo, a SMA Data Manager M, nella sezione dei tipi di dispositivi Modbus già previsti è stato aggiunto il profilo "Sensore". In questa voce del menu è possibile creare manualmente profili Modbus, ad esempio per collegare una stazione meteo come PVMet 200 Rainwise. I valori di misurazione sono a disposizione in locale in SMA Data Manager M come valori momentanei e in Sunny Portal powered by ennexOS come dati da analizzare con lo strumento Analyse Tool Pro (ATP). Con questo profilo è possibile collegare anche un sensore del livello di riempimento (livello di riempimento in percentuale). Questi valori di misurazioni attualmente sono disponibili in SMA Data Manager M solo come valori momentanei.
  • Collegamento di inverter Danfoss TLX e FLX
    Grazie all'implementazione del protocollo EtherLynx con questa release è possibile collegare a SMA Data Manager M tramite un cavo Ethernet gli inverter Danfoss del tipo TLX e FLX, leggerne i valori e inviarli a Sunny Portal powered by ennexOS.
    È possibile inoltre effettuare il controllo e la regolazione di questi inverter.
  • Integrazione di ulteriori profili Modbus
    All'elenco dei profili Modbus già integrati sono stati aggiunti i seguenti dispositivi:
    • PQ-Plus UMD-705 (analizzatore di rete trifase)
    • Rainwise PVMet 200 (stazione meteo)
    In questo modo l'utente può collegare più agevolmente all'impianto fotovoltaico i dispositivi sopra indicati, perché i profili Modbus già integrati consentono di richiamare in modo affidabile i valori di misurazione di cui si ha bisogno.

Ampliamento dei servizi di gestione di rete

  • Gestione dei set point della potenza reattiva tramite ingressi digitali esterni
    È ora possibile elaborare i set point della potenza reattiva tramite ingressi digitali esterni (ad esempio Wago 750 System o MOXA ioLogik E1242). Ciò consente di applicare con più flessibilità i set point imposti dal gestore della rete al gestore dell'impianto e di installare SMA Data Manager M e i moduli I/O in due luoghi separati.

Aggiornamento novembre 2019

Supporto avanzato per il collegamento dei dispositivi

  • Nuove integrazioni nell’Inverter Manager
    • La presente release consente di collegare SMA Data Manager M e integrare nel Sunny Portal powered by ennexOS anche gli inverter SMA tipo STP-60 e SHP 75, oltre agli STPS-60 già supportati. I dispositivi collegati all'Inverter Manager vengono raggruppati e rappresentati come un unico dispositivo.
  • Aggiornamento centralizzato degli inverter SMA collegati
    • Finora era necessario scaricare singolarmente gli aggiornamenti firmware per gli inverter SMA collegati. Ora è possibile scaricare da SMA Data Manager M gli aggiornamenti un'unica volta per poterli poi distribuire nell'impianto fotovoltaico. Questa modalità permette di ridurre il volume di dati scaricati necessari per gli impianti collegati tramite rete di telefonia mobile al Sunny Portal powered by ennexOS.

Maggiore supporto per il collegamento di dispositivi

  • Integrazione di inverter di altri produttori
    • Tramite l'implementazione dell'interfaccia Modbus Sunspec ora è possibile monitorare e comandare con l'EDMM gli inverter di altri produttori e visualizzarli nel Sunny Portal. Per supportare le diverse funzioni sono stati integrati nello SMA Data Manager M oltre quindici modelli di dati Sunspec. Il collegamento può avere luogo tramite Modbus/TCP o tramite Modbus/RTU.
  • Supporto dei più economici contatori Modbus/RTU
    • Per ampliare anche in questo ambito il numero di dispositivi supportati, oltre ai contatori Modbus/TCP finora supportati adesso è possibile collegare allo SMA Data Manager M anche i contatori Modbus/RTU. L'utilizzo dei contatori Modbus/RTU, spesso più economici, è un'ulteriore possibilità per ottimizzare i costi.
      Vengono supportati senza limitazioni i seguenti dispositivi:
      • measurlogic-DTS-307
      • WattNode WNC-3Y XXX-MB
    • Per il collegamento di ulteriori contatori l'utente può creare direttamente in SMA Data Manager M i propri profili Modbus.

Aumento della sicurezza dell'impianto

  • Speedwire Encrypted Communication (SEC)
    • Per aumentare ulteriormente la sicurezza dei nostri dispositivi e quindi dell'intero impianto fotovoltaico, ora è possibile criptare in modo sicuro la rete locale di impianti SMA. Lo SMA Data Manager M supporta automaticamente l'attivazione della SEC nei nuovi impianti.

Release maggio 2019

Gestione di rete

  • Supporto di ingressi digitali e di ingressi e uscite analogici (tramite i sistemi I/O MOXA & WAGO da acquistare presso SMA) per l’impostazione dei valori relativi a Cos (ϕ), potenza attiva e reattiva e il riscontro dei valori di controllo.
  • Potenza reattiva: era già possibile effettuare comando e regolazione di Cos (ϕ) tramite valori nominali costanti. Ora è possibile anche impostare i valori tramite Modbus e/o tramite ingressi analogici.
  • Potenza attiva: ora è possibile anche impostare i valori tramite Modbus e/o tramite ingressi analogici.
  • Nuovo MOXA I/O (ioLogik 1241) con quattro uscite analogiche. Presto sarà ordinabile anche direttamente presso SMA.
    (codice d’ordine SMA: eIO-E1241)
  • Nuovo Wago 750 I/O Bundle con quattro uscite analogiche (segnale in uscita 0...20 mA).
    (codice d’ordine SMA: 115214-00.01)
  • Funzionalità master/slave: per regolare grandi impianti o impianti con molti dispositivi un master EDMM può comandare più slave EDMM subordinati. Come accadeva anche nel sistema precedente vengono supportati 50 dispositivi o un impianto di max. 2,5 MW.

Generale

No. Assegnare nome utente e password e interrompere poi la procedura guidata di installazione. I dati dell’impianto originari sono ancora disponibili e vengono acquisiti automaticamente.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

È possibile realizzare impianto parziali con impianti master/slave. Tutti i Data Manager (master e slave) sono visualizzati come un unico impianto su Sunny Portal powered by ennexOS. Su Sunny Portal powered by ennexOS è possibile suddividere l'impianto in impianti parziali.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

No. Per poter registrare nuovi apparecchi, è necessario avviare la procedura guidata d’installazione del Data Manager. Nella procedura guidata d’installazione è possibile registrare anche apparecchi con password diverse. In questo modo si ottiene la stessa password dell'impianto (installatore).


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Per motivi di sicurezza vengono utilizzati solo certificati propri. I certificati che possono essere sostituiti da un server proxy Intercepting non possono essere verificati. Per impostare eccezioni per i firewall rivolgersi al proprio amministratore di rete.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Probabilmente si è scaricato un condensatore tampone dell’orologio con tempo reale del Data Manager a causa di un periodo prolungato di assenza di tensione. Accertarsi che il Data Manager abbia accesso a un server di tempo in Internet per ricevere l'ora aggiornata.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Per il Data Manager M ed il Data Manager M Lite è possibile utilizzare l’alimentatore di Sunny WebBox, di SMA Cluster Controller, di SMA Com Gateway o di SMA Inverter Manager. In generale è possibile per tutti i Data Manager di utilizzare tutti gli alimentatori che corrispondono alla specifica nella scheda tecnica e alle istruzioni del Data Manager.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Sia SMA Cluster Controller che il Data Manager sono datalogger. Un funzionamento contemporaneo dei due prodotti non ha senso.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

A tale scopo devono essere installati nell'impianto numerosi Data Manager M. Ciascun Data Manager M può supportare fino a 50 apparecchi. Un Data Manager M deve essere configurato come master. Gli altri Data Manager M devono essere configurati come slave.

Su Sunny Portal powered by ennexOS deve essere registrato singolarmente ciascun Data Manager M. Tutti i Data Manager M vengono visualizzati insieme nell'impianto. Nella panoramica degli apparecchi, è possibile visualizzare a quale Data Manager M è assegnato ciascun apparecchio.

Nota:

  • Il contatore di energia sul punto di connessione deve essere assegnato al Data Manager M in modalità master.
  • Solo il Data Manager M in modalità master può effettuare la regolazione. I Data Manager M in modalità slave vengono utilizzati in modalità di controllo.
  • I sistemi I/O, attraverso i quali vengono impostate le specifiche di regolazione, devono essere collegati al Data Manager M in modalità master.
  • Sul Data Manager M in modalità slave devono essere attivate le interfacce Modbus.
  • Sul Data Manager M in modalità master, i Data Manager M in modalità slave devono essere integrati come apparecchi Modbus.
  • L'assegnazione dell'apparecchio deve essere inequivocabile, altrimenti i valori di bilancio, potenza e rendimento non vengono visualizzati correttamente.
  • La potenza complessiva dell'impianto non deve essere superiore a 2,5 MVA. In caso di impianti più grandi, è necessario utilizzare un Data Manager L in modalità master.


(Data Manager M)

A causa dei processi di configurazione interni, l'avvio dell'interfaccia utente richiede più tempo durante la messa in servizio.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Vengono supportati e definiti apparecchi i seguenti dispositivi:

  • Inverter FV
  • Inverter con batteria
  • Contatore di energia / analizzatore di rete
  • Sistema I/O esterno
  • Sensore esterno che comunica in modo diretto
  • Stazione meteo
  • Stazioni di ricarica per veicoli elettrici
  • Data Manager in modalità slave
  • SMA Hybrid Controller (solo Data Manager L)


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

L'impianto con gli apparecchi in eccesso rimane in funzione per il momento. In caso di ampliamento dell'impianto o sostituzione dell'apparecchio, la limitazione del numero di apparecchi diventa effettiva. In tali casi si consiglia di ampliare l'impianto con un Data Manager in modalità slave. La potenza complessiva dell'impianto non deve essere superiore a 2,5 MVA.


(Data Manager M)

Comunicazione

Verificare nelle impostazioni del router se è attivo DHCP. Se DHCP non può essere attivato, è necessario assegnare un indirizzo IP statico al Data Manager.

A tale scopo realizzare un collegamento diretto via WLAN al Data Manager e procedere alla messa in servizio (vedere le istruzioni per il prodotto). Assegnare al Data Manager un indirizzo IP statico corretto (chiedere al proprio amministratore di rete).

o

Collegare il Data Manager a un router che supporta DHCP al di fuori dell’impianto e procedere alla messa in servizio. Assegnare al Data Manager un indirizzo IP statico corretto (chiedere al proprio amministratore di rete).

Infine collegare il Data Manager con il router all’impianto. Ora il Data Manager è raggiungibile mediante l’indirizzo IP statico. Seguire i passaggi della procedura guidata d’installazione e regolare le impostazioni in base all’impianto.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

In base al browser può accadere che il dato inserito venga interpretato come dato di ricerca. Nella riga dell’indirizzo del browser digitare “https://” prima dell’indirizzo di accesso del Data Manager.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Per salvare il certificato del Data Manager sottoscritto personalmente nel browser, esso deve essere inizialmente accettato come affidabile nel browser. Dopo avere ripristinato le impostazioni di fabbrica del Data Manager, il certificato viene considerato vecchio o non valido dal browser. Eliminare il vecchio certificato nelle impostazioni di sicurezza del proprio browser. Collegarsi nuovamente con il Data Manager e accettare il nuovo certificato proposto.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Tutti gli apparecchi RS485 compatibili e collegati a un SMA Com Gateway possono essere utilizzati con il Data Manager. Attualmente la SMA Meteo Station può essere utilizzata solo con limitazioni.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

La seguente tabella riporta il volume di dati necessario di due impianti di esempio (tranne in caso di aggiornamenti, Webconnect, FTP-Push, SMA SPOT):

Impianto Profilo Versione firmware < 1.10.06.R
10 x Sunny Tripower CORE1
1 x SMA Energy Meter (@ 200 ms)
High 400 MB/mese
Medium 140 MB/mese
Low 10 MB/mese
49 x Sunny Tripower CORE1
1 x SMA Energy Meter (@ 200 ms)
High 410 MB/mese
Medium 150 MB/mese
Low 10 MB/mese


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Il Data Manager L / SMA Power Plant Manager trasmette i dati dell’impianto a Sunny Portal alimentato da ennexOS ogni 5 minuti. Il volume di dati previsto è pari a circa 500 MB/mese con 60 inverter. Con 9 inverter, il volume di dati stimato è fino a circa 200 MB/mese.

(Data Manager L)

Se il Field Data Management è attivato, ci si deve aspettare un volume di dati maggiore di circa 200-600 MB al giorno. Informazioni molto dettagliate sono trasmesse con un’alta risoluzione temporale. Si raccomanda una flatrate di internet con una velocità di upload di almeno 1 Mbit/s. Se un aggiornamento del firmware viene scaricato tramite il Remote Service, si tratta di circa 150 MB per file di aggiornamento.

(Data Manager L)

  • FTP push: porta 21 (FTP)
  • Aggiornamenti: Port 443 (TLS) / update.sunnyportal.de
  • Sincronizzazione temporale con Sunny Portal (se non messa a disposizione dal router Internet): porta 123 (NTP) / ntp.sunny-portal.com
  • Trasmissione di dati: porta 443 (https/TLS) / ldm-devapi.sunnyportal.com
  • Interfaccia utente: porta 443 (https/TLS) / ennexos.sunnyportal.com
  • SMA Webconnect 1.5 e SMA SPOT: porta 9524 (TCP) / wco.sunnyportal.com


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Poiché spesso le connessioni VPN causano errori di visualizzazione e restrizioni funzionali, contattare il proprio amministratore.

In caso di utilizzo di un server Apache, attivare l'opzione AllowEncodedSlashes (vedere informazioni al seguente indirizzo httpd.apache.org/docs/2.4/de/mod/core.html.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Contatore di energia / analizzatori di rete

Sì. Per modificare la velocità di trasmissione dei dati di SMA Energy Meter è necessario effettuare il login all’interfaccia utente di SMA Energy Meter con il gruppo utenti Installatore (v. le istruzioni di SMA Energy Meter). La configurazione a distanza di SMA Energy Meter non è possibile per motivi di sicurezza.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Per aggiungere nuovi apparecchi al Data Manager, gli apparecchi devono essere in funzione e trovarsi nella rete locale. Nell'interfaccia utente del Data Manager procedere alle seguente impostazione:

  1. Nel menu Configurazione selezionare la voce Gestione apparecchi.
  2. Selezionare il pulsante [+].
  3. Selezionare Apparecchi Modbus e confermare con [Avanti].
  4. Inserire di dati degli apparecchi e confermare con [Avanti].
  5. Selezionare gli apparecchi e fare clic su [Salva].
  6. Nel menu Configurazione selezionare la voce del menu Configurazione contatori.
  7. Selezionare il nuovo apparecchio come contatore di immissione in rete e di prelievo dalla rete.
  8. Selezionare [Salva].


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

È possibile collegare contatori di energia / analizzatori di rete idonei con il Data Manager tramite la rete locale. Inoltre, è possibile collegare tutti i contatori di energia / analizzatori di rete che dispongono di un’interfaccia Modbus TCP (per i dispositivi supportati, vedere le istruzioni del Data Manager). I dati misurati sono visualizzati in tempo reale come elenchi nel Data Manager. I dati possono essere visualizzati con un ritardo in forma di curve nel Sunny Portal powered by ennexOS.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Per l'esattezza viene supportato un contatore di energia sul punto di connessione. Tale contatore viene utilizzato per il monitoraggio, il bilancio energetico nonché per il controllo/regolazione sul punto di connessione.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Il contatore di energia / analizzatore di rete è collegato al punto di connessione al gestore di rete:

  • nel punto di immissione in rete di bassa tensione per gli impianti a bassa tensione (ad es. ai sensi della norma VDE AR-N 4105)
  • sul lato di media tensione del trasformatore (i trasformatori di corrente e di tensione devono essere collegati sul lato di media tensione seguendo lo stesso schema di collegamento) per gli impianti di media tensione (ad es. ai sensi della norma VDE AR-N 4110)


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Sistemi I/O esterni

Probabilmente è impossibile determinare l’indirizzo IP del sistema I/O. Verificare nelle impostazioni del router se è attivo DHCP ed eventualmente attivarlo. Accertarsi che il sistema I/O sia impostato su DHCP. A tale scopo tutti gli interruttori DIP del sistema I/O devono essere su ON (vedere le istruzioni del produttore o istruzioni "WAGO-I/O-SYSTEM 750 con SMA DATA MANAGER M" su www.SMA-Solar.com).


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Per utilizzare il sistema I/O con il Data Manager, il sistema I/O deve essere comunicato al Data Manager insieme al suo indirizzo IP. Per determinare l’indirizzo IP del sistema I/O, procedere come segue:

  1. Su un terminale adeguato aprire l’interfaccia a riga di comando e digitare il comando “arp -a”.
    1. Compare un elenco di interfacce con indirizzo IP, indirizzo fisico e tipo.
  2. Sulla base dell’indirizzo fisico leggere l’indirizzo IP corrispondente.
    1. I sistemi I/O di WAGO utilizzano indirizzi fisici nel range 00-30-de.
    2. I sistemi I/O di Moxa utilizzano indirizzi fisici nel range 00-90-E8.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Accertarsi che il sistema I/O sia impostato su DHCP o su un indirizzo IP valido (vedere le istruzioni del produttore o le istruzioni "WAGO-I/O-SYSTEM 750 con SMA DATA MANAGER M" su www.SMA-Solar.com).

Il sistema I/O deve essere configurato come segue (da sinistra a destra):

  • 750-352: accoppiatore/controller bus di campo
  • 750-602: immissione potenziale (24 V)
  • 750-1414: 8 ingressi digitali (24 V)
  • 750-1515: 8 uscite digitali (24 V)
  • 750-464: 2/4 ingressi resistenza (2 x Pt100)
  • 750-455: 4 ingressi analogici (da 4 a 20 mA)
  • 750-559: 4 uscite analogiche (da 0 a 10 V)
  • 750-600: morsetto terminale


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

WAGO IO-System 750

Il SISTEMA I/O WAGO 750 è idoneo per il collegamento di sensori di temperatura Pt100 con 2, 3 o 4 conduttori. SMA supporta solo il collegamento di sensori di temperatura Pt100 con 2 conduttori, in quanto il morsetto bus 750-464 corrispondente è preimpostato per la tecnica di misurazione a 2 canali (vedere fig 1). Gli ingressi non utilizzati devono essere cortocircuitati (vedere fig. 2).

SISTEMA I/O WAGO 750

Per canali di misurazione cortocircuitati, nell'interfaccia utente del Data Manager viene visualizzato il valore -200 °C. In caso di sensori difettosi o rottura del cavo, non vengono visualizzati valori (vedere le istruzioni del produttore o le istruzioni "WAGO-I/O-SYSTEM 750 con SMA DATA MANAGER M" su www.SMA-Solar.com).


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Accertarsi che per entrambi i sistemi I/O sia impostato DHCP o un indirizzo IP valido. Accertarsi che per ioLogik E1242 la modalità sia adattata agli ingressi analogici (v. le istruzioni del produttore).

Indirizzo IP:

Gli indirizzi IP dei sistemi I/O di Moxa possono essere impostati mediante l’interfaccia utente o il programma ioSearch di Moxa.

Ingressi analogici ioLogik E1242

Per poter utilizzare gli ingressi analogici di ioLogik E1242 con il Data Manager, gli ingressi analogici di ioLogik E1242 devono essere impostati su 4 mA - 20 mA (v. le istruzioni del produttore).

Ingressi analogici ioLogik E1242

(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Sensori

È possibile collegare sensori di temperatura, di irraggiamento solare e anemometro a un sistema I/O idoneo. I dati misurati sono visualizzati in tempo reale come elenchi nel Data Manager. Inoltre, è possibile visualizzare i dati ritardati in forma di curve nel Sunny Portal powered by ennexOS.

La linearizzazione dei dati dei sensori di temperatura avviene nel sistema I/O. In caso di sensori di irraggiamento solare e anemometri, invece, il sensore stesso deve essere predisposto per una linearizzazione dei dati.

Per le possibilità di collegamento dei sensori, consultare l’informazione tecnica "SMA DATA MANAGER / SUNNY PORTAL powered by ennexOS - Panoramica delle funzioni" su www.SMA-Solar.de.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

ioLogik E1260 di Moxa è idoneo per il collegamento di sensori di temperatura Pt100 con 2 o 3 conduttori.

Collegamento 3 conduttori:

Collegamento 3 conduttori

Se si collegano sensori di temperatura Pt100 con 3 conduttori, le misurazioni sono più precise soprattutto in presenza di linee lunghe.

Collegamento 2 conduttori:

Collegamento 2 conduttori

Se si collegano sensori di temperatura Pt100 con 2 conduttori, SMA consiglia di collegare un cavo schermato a 3 fili a ioLogik E1260 di Moxa. Avvicinare il terzo conduttore ai sensori di temperatura Pt100 e collegarlo con uno dei due collegamenti Pt100. Collegare la guaina del cavo su un lato del conduttore di protezione di ioLogik E1260 di Moxa. ioLogik E1260 di Moxa in sé non è dotato di alcun collegamento per un conduttore di protezione. Utilizzare quindi il conduttore di protezione del commutatore (la guida DIN o l’involucro dell’armadio elettrico devono essere dotati di un conduttore di protezione).

In presenza di valori di misurazione imprecisi, gli ingressi di ioLogik E1260 di Moxa possono essere calibrati singolarmente mediante l’interfaccia utente (v. le istruzione del produttore).


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Client Modbus

Probabilmente alcuni dispositivi Modbus sono stati riavviati a causa di una caduta di tensione. Di conseguenza i dispositivi Modbus hanno ricevuto nuovi indirizzi IP modificati dal router DHCP. Ciò può accadere quando nel router DHCP non è stata impostata l’assegnazione di indirizzi MAC. Conseguentemente i dispositivi Modbus non ricevono necessariamente lo stesso indirizzo IP.

Impostare nel proprio router DHCP l’assegnazione degli indirizzi MAC o aumentare il Lease Time.

Se è stato modificato l’indirizzo IP di un dispositivo Modbus, è necessario registrarlo nella procedura guidata di installazione del Data Manager.

Se possibile, attribuire sempre indirizzi IP fissi per apparecchi Modbus.

Nel prodotto i byte sono impostati come segue e devono essere modificati nell'apparecchio RS485,

  • Trasmissione a 8 bit, nessuna parità (opzionale: dispari/pari)
  • Velocità di segnalazione: 1200, 9600 o 19200
  • Bit di stop: 1 (Standard) o 2

Per il Data Manager L è necessario un convertitore RS232/RS485.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Server Modbus

I valori nella configurazione del sensore devono essere assegnati come valori dell’impianto.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Sunny Portal powered by ennexOS

  1. Selezionare un impianto nel Sunny Portal powered by ennexOS.
  2. Nel menu Analisi selezionare la voce del menu Analisi avanzata.
  3. Selezionare punti dati e intervalli temporali desiderati.
  4. Selezionare il pulsante Dettagli.
  5. Selezionare il pulsante Download.
  6. Selezionare il percorso di salvataggio e confermare.
    1. I dati vengono scaricati come file CSV.

Ciò è possibile in Sunny Portal powered by ennexOS. Lì è possibile creare e visualizzare impianti parziali e gruppi di impianti.

Soltanto gli impianti con un Sunny WebBox o un SMA Cluster Controller possono essere trasferita dal classico Sunny Portal su Sunny Portal powered by ennexOS.

Se un impianto viene eliminato dal Sunny Portal powered by ennexOS, anche il Data Manager associato e gli eventuali slave esistenti devono essere ripristinati alle impostazioni di fabbrica. Altrimenti questi Data Manager non possono essere registrati su altri impianti.

Servizi di gestione di rete

Per impostare un'immissione dello 0%, l'impianto deve essere dotato di un contatore idoneo nel punto di connessione. Nell'interfaccia utente del Data Manager procedere alle seguente impostazione:

  1. Nel menu Configurazione selezionare la voce del menu Gestione di rete.
  2. Selezionare Potenza attiva.
    1. Si apre la procedura guidata di installazione.
  3. Confermare ogni operazione con [Avanti].
  4. Selezionare la modalità di funzionamento Regolazione.
  5. Selezionare la fonte di segnale Controllo manuale.
  6. Nel campo Set point della potenza attiva immettere 0. Per essere certi che non venga immesso davvero nulla in rete, qui è possibile inserire anche un valore negativo. Tuttavia, ciò significa che l'energia viene sempre assorbita. In questo caso, il valore negativo dovrebbe essere pari al consumo di base.
  7. Nel campo Intervallo di tempo immettere il valore 1.
  8. Digitare il valore 100 nel campo Gradiente potenza attiva.
  9. Nel campo Potenza complessiva impianto immettere il valore desiderato.
  10. Selezionare [Salva].

Non sono necessarie altre impostazioni. Sul dashboard dell'impianto compare ora un nuovo widget per la limitazione della potenza attiva.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

No, il Data Manager ha bisogno di segnali statici sia sugli ingressi digitali interni che sugli ingressi esterni (sistema I/O di Wago o Moxa). Per poter utilizzare i segnali a impulso è necessaria una pre-elaborazione (ad es. mediante una piccola centralina aggiuntiva). Per maggiori informazioni consultare l’informazione tecnica "Conversione delle specifiche di potenza tramite segnali a impulsi" su www.SMA-Solar.com.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

In questo caso occorre distinguere tra potenza attiva e reattiva:

Potenza attiva

Se il gestore di rete specifica un set point della potenza attiva nel punto di connessione, questa si riferisce sempre alla misurazione sul punto di connessione. Pertanto è sufficiente la modalità "Controllo" (senza accoppiamento reattivo del valore effettivo) per gli impianti di pura immissione. Sugli impianti con autoconsumo si dovrebbe utilizzare la modalità di funzionamento "Regolazione" (con accoppiamento reattivo del valore effettivo), poiché l'energia FV in eccesso viene così convertita in autoconsumo e il valore di potenza sul punto di connessione soddisfa ancora le specifiche del gestore di rete.  

Potenza reattiva

Sia in un impianto di pura immissione che negli impianti con autoconsumo, dovrebbe essere selezionata la modalità di funzionamento "Regolazione" (con accoppiamento reattivo dei valori di misurazione dal punto di connessione). In questo modo, le influenze della linea e, se necessario, del trasformatore vengono prese in considerazione e controllate dal Data Manager.

Può accadere che negli impianti con elevato autoconsumo ed elevato fabbisogno di potenza reattiva (ad es. funzionamento di macchine elettriche in impianti commerciali e industriali senza sistema di compensazione supplementare), i valori nominali nel punto di connessione (valore di potenza reattiva, valore Cos Phi) non possano essere controllati dagli inverter FV. Questo può essere, ad esempio, il funzionamento di macchine elettriche in impianti commerciali e industriali senza un sistema di compensazione aggiuntivo. In tali sistemi, gli inverter FV generano quasi esclusivamente potenza reattiva e quasi nessuna potenza attiva. In questi casi si consiglia la modalità di funzionamento "Controllo". Rivolgersi al proprio gestore di rete in loco.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

No, al momento non è possibile. Per una regolazione e un controllo completi sono necessari valori di misurazione della potenza attiva e reattiva, che vengono messi a disposizione da un misuratore di potenza solo se è possibile misurare sia la tensione che la corrente.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

No, non è possibile perché il Data Manager supporta solo un singolo apparecchio di misurazione per il punto di collegamento.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Ciò va evitato, poiché i valori di potenza attiva e reattiva non corrispondono ai valori effettivi. In questo caso, sia le perdite del trasformatore che il suo sfasamento comportano misurazioni errate.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

No, in tal caso è possibile utilizzare un apparecchio di misurazione della rete "virtuale" del Data Manager. Ciò consente di specificare un valore nominale Cos Phi esterno. Il valore nominale specificato sarà diverso dal valore impostato nel punto di connessione. È necessaria una regolazione esterna tramite il gestore di rete.

Nell'interfaccia utente del Data Manager procedere alle seguente impostazione:

  1. Attivare il server Modbus
  2. Configurare un profilo Modbus con il tipo di apparecchio Contatore bidirezionale con un condotto.
    1. Per la denominazione del canale Stato contatore di prelievo, selezionare l'indirizzo di registro 30513 e il fattore di scala 0.
    2. Per la denominazione del canale Stato contatore di immissione in rete, selezionare l'indirizzo di registro 30513 e il fattore di scala 1.


(Data Manager M Lite, Data Manager M)

Configurare dapprima il Data Manager in modalità slave. Infine configurare il Data Manager in modalità master. Solo quando tutti i Data Manager saranno stati configurati, è possibile creare l'impianto su Sunny Portal powered by ennexOS.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Un Data Manager in modalità slave può essere utilizzato esclusivamente in modalità di controllo. La modalità master si occupa della regolazione.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Tale comunicazione viene monitorata con un timeout fisso di 10 secondi. Se la comunicazione si interrompe, l'apparecchio viene considerato difettoso. Se la regolazione (closed loop control) è attivo nel punto di collegamento, la modalità di funzionamento passa a controllo (open loop control). In questo modo i valori nominali vengono trasmessi agli inverter (senza regolazione). Ne consegue che un inverter non riconosce questo guasto in quanto tale e il suo comportamento di fallback non viene attivato in caso di guasto della comunicazione. L'inverter continua a ricevere le specifiche dal Data Manager.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

SMA Speedwire Encrypted Communication (SEC)

Per SMA Speedwire si intende un bus di campo via cavo su base Ethernet per la realizzazione di potenti reti di comunicazione all’interno di grandi impianti FV decentralizzati. SMA Speedwire utilizza lo standard internazionale Ethernet, il protocollo IP che si appoggia su quest’ultimo e il protocollo di comunicazione SMA Data2+ ottimizzato per impianti fotovoltaici. Tutto ciò consente di ottenere una trasmissione di dati costante a 10/100 Mbit fino all’inverter, così come di gestire in maniera affidabile il monitoraggio, il controllo e la regolazione dell’impianto (vedere l’informazione tecnica “SMA SPEEDWIRE FELDBUS” su www.SMA-Solar.com).


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Se la comunicazione dei dati tra Data Manager e inverter è criptata, gli attacchi alla sicurezza informatica degli impianti FV vengono resi drasticamente più difficili.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

  • SMA Data Manager
  • Inverter con SMA Speedwire con data di produzione > 2010, che non sono collegati tramite SMA Com Gateway.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

  1. Annullare la crittografia dell'impianto tramite Sunny Explorer.
  2. Rimuovere l’apparecchio vecchio dall’impianto.
  3. Aggiungere un nuovo apparecchio all'impianto.
  4. Attivare la crittografia dell'impianto con una nuova password.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

  1. Annullare la crittografia dell'impianto tramite Sunny Explorer.
  2. Aggiungere un nuovo apparecchio all'impianto.
  3. Attivare la crittografia dell'impianto con una nuova password.


(Data Manager M Lite, Data Manager M, Data Manager L)

Sistemi di I/O MOXA e Wago

Sistemi di I/O MOXA e Wago


Sistema compatto MOXA serie E1200 per applicazioni sensibili a livello di prezzo

  • MOXA ioLogik E1241 (4 uscite analogici)
  • MOXA ioLogik E1242 (4 ingressi analogici, 4 ingressi digitali, 4 uscite digitali)
  • MOXA ioLogik E1260 (6 ingressi di temperatura)


Sistema modulare di I/O WAGO serie 750 per una maggiore flessibilità

  • Wago 750 (8 ingressi digitali, 8 uscite digitali, 4 ingressi analogici, 4 uscite analogiche, 4 ingressi di temperatura)


Vengono integrati costantemente ulteriori dispositivi e protocolli tramite Modbus/TCP (ad es.: Janitza Power Analyser UMG 604)

Data Manager M

eManual: SMA DATA MANAGER M - EDMM-10

Il manuale d'uso è disponibile anche come
eMANUAL

Data Manager M lite

eManual: SMA DATA MANAGER M - EDMM-10

Il manuale d'uso è disponibile anche come
eMANUAL

Per qualsiasi domanda, contatta SMA.

Per qualsiasi domanda,
contatta SMA.

Contattaci