July 2012

Una questione di impostazione (1)

Nozioni pratiche sulla comunicazione dell’impianto SMA

Sunny Matrix da parete visualizza in tempo reale la potenza attuale dell’impianto fotovoltaico installato in una località vicina. Il rendimento giornaliero viene automaticamente comunicato ogni sera al gestore dell’impianto tramite SMS. E durante la vacanza al mare puoi risolvere un piccolo problema accedendo tramite Internet alla Sunny WebBox dell’impianto e modificando un’impostazione dell’inverter. Gli esempi lo dimostrano: con la moderna comunicazione dell’impianto di SMA si delineano molteplici possibilità. Con le seguenti indicazioni pratiche suddivise per prodotto e argomento intendiamo aiutarti a sfruttarle in modo ottimale.

1. Bluetooth® NetID: la recinzione elettrica

Fig. 1: Impostazione rapida: selettore per il Bluetooth NetID su Sunny Boy 5000TL…

Tramite lo standard di comunicazione wireless SMA Bluetooth è possibile realizzare soluzioni per il monitoraggio dell’impianto in modo estremamente semplice. Grazie al Bluetooth, i dispositivi compatibili si collegano infatti autonomamente e rapidamente creando una rete radio affidabile. Per potere separare l’uno dall’altro gli impianti adiacenti, è necessario prima di tutto stabilire un identificativo di rete univoco (“NetID”) per tutti gli inverter di ciascun impianto. Tutti gli inverter con lo stesso NetID formano a quel punto una rete radio comune.

Semplice da impostare, semplice da collegare

Imposta il NetID sull’inverter tramite un piccolo selettore azionabile con un cacciavite (figg. 1 e 2). Sono disponibili le cifre da 2 a 9 e le lettere dalla A alla F, per un totale di 14 valori diversi. Il NetID “0” serve a disinserire la funzionalità Bluetooth, mentre con “1” (impostazione di fabbrica) l’inverter stabilisce al massimo due collegamenti dati con i computer tramite il software Sunny Explorer. I dispositivi di lettura (ad es. Sunny Beam con Bluetooth, computer con Sunny Explorer e la futura Sunny WebBox con Bluetooth) non vengono impostati manualmente, ma rilevano il NetID degli inverter entro la portata di comunicazione. Se disponibili, vengono elencati diversi NetID tra cui scegliere. Poiché dopo un cambio di NetID (lato CC e CA) occorre disinserire completamente l’inverter e riavviarlo, è necessario verificare la presenza di altre reti Bluetooth prima della messa in servizio. A questo scopo utilizza semplicemente uno dei dispositivi di lettura citati sopra.

Fig. 2: …e su Bluetooth Piggy-Back (ad es. per inverter Sunny Mini Central).

2. Sunny Beam: quale batteria fa al caso mio?

Sunny Beam, il dispositivo per la visualizzazione mobile del rendimento, è all’avanguardia anche in fatto di approvvigionamento energetico: le batterie integrate si caricano continuamente tramite la cella fotovoltaica, in presenza di luce – Sunny Beam è dunque indipendente dalla presa elettrica. Qualora si renda necessario sostituire le batterie, occorre tenere presente che ne esistono tipi diversi. Nel modello tradizionale di Sunny Beam vengono impiegate le cosiddette celle RAM. Sunny Beam con Bluetooth si avvale invece delle modernissime batterie NiMH di tipo “LSD” con un’autoscarica analogamente bassa. Questi due tipi di batterie non devono essere intercambiati perché hanno tensioni di cella differenti, oltre a prevedere modalità di carica diverse. La forma è in entrambi i casi la AA (stilo).

3. Sunny WebBox: invio dei dati tramite radiotelefonia mobile

Fig. 3: Avvitare completamente l’antenna: Sunny WebBox con modulo GSM.

Se utilizzi Sunny WebBox con modulo GSM, puoi trasferire su Sunny Portal i dati relativi all’impianto anche in assenza di una tradizionale linea telefonica o dati. Ti occorre soltanto una rete radiomobile GSM con una potenza di segnale sufficiente nel luogo in cui si trova Sunny WebBox. Per configurarla correttamente è tuttavia necessario fare attenzione a due aspetti: durante la messa in servizio del modulo GSM, come numero di selezione per il collegamento dati va assolutamente utilizzato il “*99***1” indicato nelle istruzioni (vale per tutti gli operatori). Gli asterischi non sono quindi caratteri di riempimento per numeri qualsiasi, ma indispensabili caratteri di controllo. Controlla che l’antennino accluso sia sempre avvitato, anche quando non intendi usare il modulo GSM (fig. 3). In caso contrario può accadere che Sunny WebBox non entri in funzione o che il collegamento in rete venga interrotto inaspettatamente.

4. RS485: come funziona la rete dati flessibile?

Un bus di campo (ad es. RS485) è un sistema per lo scambio dati fra più dispositivi su una linea comune. A differenza della rete di computer nel tuo ufficio o del cablaggio a 230 V di casa, con molti bus di campo la disposizione e il collegamento dei dispositivi non sono casuali. Con il bus di campo RS485, i singoli elementi vengono collegati in sequenza a un’unica linea continua, come perle in una collana. In questa tipologia, le ramificazioni non sono consentite proprio come nelle strutture ad anello o a stella (fig. 4). Tuttavia, il sistema bus presenta alcuni vantaggi. La sequenza degli elementi non è ad esempio rilevante: se installi più inverter e 1 Sunny WebBox, è del tutto indifferente se quest’ultima si trova alla fine della linea o in qualunque altro punto tra gli inverter. Inoltre, gli elementi bus possono essere inseriti in (o eliminati da) qualunque posizione.

Fig. 4: Il bus RS485 viene disposto in topologia lineare.

Un dettaglio importante: la resistenza terminale

È tuttavia necessario che il cavo bus sia dotato di una resistenza terminale in entrambe le estremità. Sunny Mini Central Nelle serie meno recenti di Sunny Boy e Sunny WebBox, la resistenza terminale può essere inserita o disinserita in ogni apparecchio mediante i cosiddetti jumper, ovvero piccoli ponticelli che vengono inseriti nei rispettivi spinotti della scheda e funzionano come interruttori. Negli inverter la resistenza terminale e disinserita in fabbrica (nessun jumper inserito) mentre in Sunny WebBox è attivata di serie. Negli inverter di nuova generazione (ad es. Sunny Boy 5000TL o Sunny Tripower) e in Sunny SensorBox è inserita una resistenza terminale reale tra i morsetti D+ e D– del lato uscita, che eventualmente deve essere rimossa (fig. 5).

Fig. 5: Piccola ma importante, la resistenza terminale RS485 in Sunny SensorBox.

Con questi suggerimenti e consigli pratici potrai sfruttare ancora meglio le soluzioni SMA per il monitoraggio degli impianti e impiegarle per molteplici scopi. Nella seconda parte della serie viene affrontata in particolar modo la configurazione di Sunny WebBox, comprese le impostazioni di rete.

Ulteriori informazioni

Haben Sie Fragen? Dann können Sie sich gerne telefonisch (+49 561 9522-1499) oder per Mail (Serviceline@SMA.de) an unseren Service wenden.

Ausführliche Informationen zur den angesprochenen Themen finden Sie in folgenden Dokumenten, die Sie im Downloadbereich (Service > Downloads) herunterladen können:

Sommario

  1. 1. Bluetooth® NetID: la recinzione elettrica
  2. 2. Sunny Beam: quale batteria fa al caso mio?
  3. 3. Sunny WebBox: invio dei dati tramite radiotelefonia mobile
  4. 4. RS485: come funziona la rete dati flessibile?
  5. Ulteriori informazioni

SMA utilizza i cookie per ottimizzare il funzionamento del sito e migliorare la tua esperienza sullo stesso. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione su questo sito in altra maniera acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa sulla privacy.